CTU e CTP "Il consulente tecnico d'ufficio e di parte. Gli altri ausiliari del giudice"

Finalità

Il percorso si pone l'obiettivo di dare quelle informazioni generali sulla figura  del consulente tecnico sia d'ufficio (CTU, perito esperto) che di parte CTP, sulla tenuta dell'albo e requisiti per l'iscrizione, funzionamento di base del PCT (processo civile telematico), e per le nozioni giuridiche di base necessarie per il corretto svolgimento dell'incarico (dal conferimento dell'incarico, giuramento, alle operazioni peritali fino al deposito della consulenza tecnica, e relative osservazioni). 

Presentazione

Sono sempre più frequenti i casi in cui il giudice necessita di una conoscenza esperta in materie su cui può bene accertare i fatti concreti invocati dalle parti a fondamento delle proprie domande o eccezioni, ma trova difficoltà nell’attribuirgli un significato (tecnico) sotto il profilo del diritto. 
È divenuto quindi sempre più importante che il giudice possa avvalersi di un esperto della scienza, dell’arte e della tecnica che possa adiuvarlo nella valutazione di questioni di fatto di particolare natura.


Non si può non ricordare l’importanza sempre crescente dell’elemento tecnico nel processo. Il Consiglio Superiore della Magistratura, nelle Circolari che regolano tale materia, si è fatto carico di tale esigenza, favorendo, ove possibile, la creazione di sezioni dotate di specializzazioni specifiche ove siano presenti membri tecnici.


In generale, i profili professionali chiamati a dare questo contributo specialistico sono molteplici. Le professioni, e dunque le competenze, maggiormente richieste sono costituite da ingegneri, architetti, geometri, periti industriali, agenti immobiliari, amministratori immobiliari, e figure affini, oppure esperti in tecnicalità bancaria, finanziaria e fiscale (ragionieri e periti commerciali, commercialisti et similia); esperti in discipline mediche, traduttori e interpreti, periti calligrafici, agronomi

Riconoscimenti

Il conseguimento del Diploma Master di I° livello consente il riconoscimento dei crediti formativi per l'accesso ai corsi di Laurea Triennali e Magistrali di Universitas Mercatorum.

Titoli di Ammissione

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione:

Diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.
Diploma di Istruzione secondaria per gli iscritti in qualità di uditori (costoro al termine del percorso di studi si vedranno riconoscere, oltre all'attestato accademico, Crediti Formativi Universitari spendibili per accedere ad un percorso di laurea triennale di classe pertinente di Universitas Mercatorum)

Lezioni

Tematica SSD CFU Ore
Diritto Privato IUS/01 10 0
Diritto Processuale Civile IUS/15 12 0
Diritto Fallimentare IUS/04 6 0
Diritto Commerciale IUS/04 6 0
Diritto Costituzionale IUS/08 - IUS/07 6 0
Istituzioni di Diritto Pubblico IUS/09 6 0
Formazione giuridica e funzionale del consulente tecnico chiamato dall'autorità giudiziaria IUS/15 10 0
Prova Finale 4 0